Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie presenta un nuovo strumento per tracciare i fumi dei roghi: SmokeTracer

29/10/2021

SmokeTracer è uno dei componenti della catena modellistica atmosfera-mare operazionale presso il Centro Meteo dell’Ateneo (http://meteo.uniparthenope.it), diretto dal prof. Giorgio BUDILLON, che fornisce un supporto operativo agli esperti di settore in grado di prevedere le aree di maggiore impatto dei fumi in seguito a incendi, tenendo conto della dinamica atmosferica. Le simulazioni effettuate sull’area dell’incendio di Airola evidenziano come la dinamica atmosferica ad alta quota sia stata responsabile della dispersione dei fumi su una vasta area, raggiungendo in poche ore anche la provincia di Napoli. Ciò supporterà le attività di IZSM, ORSA e ASL, impegnate nel monitoraggio della produzione primaria della filiera agroalimentare per valutare le possibili ricadute della nube tossica sulle attività produttive agro-zootecniche che insistono nelle zone di espansione dei fumi.

Il responsabile scientifico è il prof. Angelo RICCIO, professore associato in fisica per il sistema Terra e il mezzo circumterrestre, da anni impegnato sulle tematiche della qualità dell’aria e del calcolo scientifico ad alte prestazioni.

 

 Consulta il depliant informativo su SmokeTracer


Articolo de “Il Mattino” online del 14 Ottobre 2021